Around Iceland

Date

09 Nov. – 17 Nov.

/2019

Torniamo al freschetto, nella nostra amata Islanda! Sei pronto a vivere un’esperienza che non dimenticherai mai più? Allora smetti di pensare e partiamo!

Vivrai un’esperienza in un posto del quale non ci si può non innamorare! Un posto dove ci si sente ospiti e dove la natura si mostra in tutta la sua maestosità. Ma proprio tutta eh! Il nostro intento sarà quello di andare a caccia dell’aurora boreale, che speriamo vivamente ci delizi con le sue danze e nel frattempo fare tanti “WOW” per tutto ciò che andremo a vedere. Incrociamo le dita e speriamo di essere fortunati!

Ecco qua l’itinerario che, insieme a BlueBerry Travel, abbiamo scelto per farvi vivere un viaggio che non dimenticherete per il resto della vostra vita!

Itinerario

Giorno 1 Si parte! / 09Nov.

Il nostro viaggio a caccia all’aurora boreale inizia intorno alle ore 8:00, con l’incontro all’aeroporto di Fiumicino, direzione Copenaghen, per un primo assaggio delle terre delle Nord. Sbrigate le operazioni di imbarco bagagli, ripartiremo intorno alla volta della nostra tanto desiderata meta, l’Islanda, dove arriveremo in tarda serata. 

Una volta recuperate le nostre vetture, ci dirigeremo verso la nostra sistemazione nella zona di Hella e finalmente ci godremo un po’ di riposo, prima dell’inizio vero e proprio di questo grande viaggio!


Giorno 2 – Waterfalls Day / 11Nov.

Oggi la sveglia non sarà prestissimo, ma comunque non siamo qua per dormire e alle 9 saremo già pronti dare inizio alla nostra avventura in modo serio!

Inizieremo subito con un posto per noi speciale e dove, quasi sicuramente, saremo completamente soli, una cosa a volte difficile in Islanda e capirete presto il perchè; stiamo parlando di Kvernufoss, una cascata nascosta in una vallata che sembra essere uscita da una serie televisiva fantasy, che raggiungeremo dopo una piccola camminata. Proseguiremo poi con la visita ad una delle cascate più famose, Skógafoss, dove ci fermeremo anche a fare una piccola sosta per uno spuntino. Riprese le macchine, torneremo verso gli alloggi per concludere la nostra giornata.

Stiamo scherzando ovviamente! La direzione sarà quella, ma solo per andare a visitare ciò che all’andata abbiamo lasciato in sospeso; una delle nostre cascate preferite, Gljúfrabúi, la cascata nascosta dove la doccia sarà inevitabile, ma fidatevi di noi, ne varrà davvero la pena e finiremo la nostre avventure di oggi visitando la maestosa cascata di Seljalandsfoss. Che dire? Ci siamo meritati il nostro relax e si torna agli alloggi per una bella doccia calda e per la cena.

Giorno 3 – Black Sand Day / 12Nov.

Oggi la sveglia suonerà presto, ma con noi ci dovrete fare subito l’abitudine. Questa sarà la giornata degli scarponi e delle camminate. Alle 8 tutti pronti e dopo aver caricato le auto con i bagagli, ci muoveremo alla volta del piccolo villaggio del promontorio di Dyrhólaey, con il suo splendido arco e con i faraglioni sullo sfondo. Proseguiremo poi raggiungendo la spiaggia nera di Reynisfjara, dove vi faremo arrampicare per una bella foto ricordo, sulle bellissime colonne di basalto e correremo fino alla fine della spiaggia per avvicinarci il più possibile ai faraglioni, sperando che il mare sia almeno un po’ mosso, così da farvi vivere lo spettacolo in perfetto stile “Icelandic“! Riprese le nostre auto, ci sposteremo verso est, dove per il pranzo, ci fermeremo in uno dei posti più impronunciabili d’Islanda, ovvero Kirkjubæjarklaustur, nome che ovviamente dovrete imparare se vorrete continuare il viaggio! 😛

Il nostro viaggio verso la nostra prossima sistemazione continuerà per circa tre ore. Che noia vero? Invece no! Lungo la strada faremo tappa nella magica Diamond Beach, alla ricerca del nostro cuore di ghiaccio che solitamente ci aspetta ed infine ci sposteremo di qualche centinaio di metri per fare una passeggiata sulle rive della laguna ghiacciata di Jökulsárlón. Qua incrociamo tutti quanti le dita, perchè se saremo fortunati riusciremo a vedere delle signorine tonde, ciccione e super simpatiche; LE FOCHE!!!

Il sole a questo punto sarà sicuramente tramontato e così termineremo il nostro transfert fino a Höfn, dove pernotteremo.


Giorno 4 – Ice Day / 13Nov.

Oggi sarà una giornata bella impegnativa. Pensavate di potervi svegliare con calma? Benissimo, sbagliavate! Sveglia con il buio, colazione, carico bagagli sulle auto e partenza! Andremo ad ammirare le cime più belle di tutta l’Islanda illuminate, tempo permettendo, dai raggi del sole all’alba, con il gioco di specchi della laguna di Stokksnes. Qui ci sarà la possibilità, per chi volesse, di poter visitare il Viking Village Film Set e sorseggiare un caffè nel Viking Cafè. Decideremo se pranzare al sacco o prenderci un meraviglioso hamburger ad Höfn e dopo esserci rifocillati, partiremo verso il ghiacciaio Fláajökull, una lingua del Vatnajökull, il ghiacciaio più grande d’Europa, se non consideriamo i ghiacciai della Groenlandia. Qui, effettueremo una veloce perlustrazione e se tutto dovesse essere in sicurezza, vi porteremo fin sotto il ghiacciaio, per poterlo ammirare e addirittura toccare con le vostre mani. Finita questa particolare escursione, rientreremo per una meritata doccia bollente. La giornata è finita, perciò cena e a nanna presto!




Giorno 5 – On the way to The Golden Circle / 14Nov.

Oggi sarà una giornata bella impegnativa. Pensavate di potervi svegliare con calma? Benissimo, sbagliavate! Sveglia con il buio, carico bagagli sulle auto e partenza alle ore 07:00. Direzione Golden Circle e fra poco vi diremo in cosa consiste. I chilometri che dovremo macinare oggi saranno davvero tanti, perciò armatevi di playlist e cominciamo la battaglia fra auto a colpi di canzoni. Faremo una sosta per l’alba che sarà intorno alle 09:30, visitando il lo stupendo canyon di Fjaðrárgljúfur, per poi proseguire il nostro trasferimento fino alla nostra destinazione finale, Geysir. Qui ammireremo l’esplosioni di Strokkur uno dei Geyser più famoso al mondo; il profumo non sarà il massimo, ma lo spettacolo vi farà dimenticare di tutto. Nonostante la stanchezza, non ci arrenderemo ancora e ci sposteremo di qualche chilometro per finire la giornata in bellezza, ovvero con il tramonto sulla cascata di Gullfoss, la più grande d’Europa per portata d’acqua. Potreste provare ad immaginare l’immensita di questo posto, ma fidatevi, che quando saremo lì, sarà molto di più! 😀

La giornata è arrivata alla fine, perciò direzione città di Reykjavík per doccia, cena e meritato riposo.


 



Giorno 6 – ? Day / 15Nov.

Per questa giornata vogliamo mettere ai voti due opzioni. Una votazione che potremo fare anche la sera precedente, se proprio non riuscirete a pensarci prima. La nostra proposta è quella di prendere il tunnel sottomarino a nord di Reykjavík, raggiungere la penisola di Snæfellsnes e andare a visitare la famosissima chiesa nera di Búðir, proseguire per gli archi di Arnarstapi e terminare la nostra giornata a Kirkjufell, un famoso monte che avrete sicuramente notato in una particolare scena di Game Of Thrones. In alternativa a questo programma, la seconda proposta che vi facciamo è quella di una giornata relax, arrivando fino a Grindavìk e immergerci nelle acque bollenti della Blue Lagoon, che però non costa meno di 80€ a persona! Sapete già che noi siamo nettamente più wild ed avventurieri, perciò abbiamo anche il piano B ovvero quello di avventurarci nell’area vulcanica di Reykjadalur e dopo circa 45 minuti di trekking, tra pozze di fango che ribollono e pozze fumanti d’acqua bollente, immergerci nell’acqua calda del fiume che scorre in mezzo alla natura incontaminata. A voi la scelta!



Giorno 7 – Finally Relax / 16Nov.

Sveglia un pò amara oggi perché sarà l’ultimo giorno di viaggio e a dirla tutta, ci sentiamo tristi anche scrivendolo. In compenso però, questa giornata la dedicheremo al relax in città, dove chi vorrà potrà fare qualche acquisto da riportare a casa e chi vorrà potrà fare un giro per la città e le sue particolarità. Noi saremo a disposizione per portarvi un po’ a spasso e farvi vedere le cose che secondo noi meritano di non essere assolutamente perse. In chiusura di giornata, la nostra proposta sarà quella di andare a mangiare in un ristorantino davvero particolare dove i più coraggiosi potranno assaggiare la carne di balena. Chi se la sente?



Giorno 8 – 17Nov.

Oggi la sveglia avrà un suono amaro purtroppo, ma nel vero senso della parola. Preparati e caricati i bagagli, andremo a riconsegnare le auto e andremo in aeroporto. La partenza da Reykjavík sarà in mattinata presto, con scalo a Copenaghen per poi rientrare in Italia a Fiumicino dove ci saluteremo, ma dandoci un arrivederci per il prossimo viaggio insieme. L’ultimo volo che riporterà i Sardi a casa, sarà intorno alle 21, con atterraggio ad Olbia/Alghero/Cagliari intorno alle 22:00. Terminerà così questo viaggio avventura, bello, faticoso, ma che non dimenticheremo mai!


*L'itinerario potrebbe subire variazioni in base alle condizioni meteo e nel caso in cui si debba uscire in notturna per ammirare l'aurora boreale. 

**Gli scali aerei potrebbero variare a seconda del periodo di prenotazione

La quota comprende

– Volo da Roma a Reykjavik a/r con un bagaglio in stiva da 23kg e bagaglio a mano.

– Pernottamenti in sistemazioni con camera doppia (ad uso singolo con supplemento).

– Auto 4×4 a noleggio.

– Carburante per tutta la durata del viaggio.

– Colazione dove espressamente indicato.

– Kit viaggio BlueBerry Travel / Around Heart.

– Prova assaggio dell’Hákarl per tutti!

La quota NON comprende

– Pasti non menzionati, bevande, escursioni facoltative e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Tutti gli extra che vorrai acquistare e riuscirai ad infilare nello zaino.

– Ticket di 8€ circa per l’ingresso al cratere spento del vulcano Kerid.

– Ticket di 8€ circa che include l’ingresso alla laguna di Stokksnes e al Viking Film Village.

PREZZO

a partire da 1869€*


*la quota sopraindicata non include il trasferimento di avvicinamento all’aeroporto di Roma FCO, qualora si dovesse partire da un aeroporto differente. Il viaggio verrà confermato con almeno 6 partecipanti. La quota di partecipazione 1869€ è valida solo nel caso in cui si raggiunga il numero di 10 partecipanti. Qualora le partecipazioni dovessero essere di numero inferiore, la quota stessa subirà un leggero incremento.

La prenotazione verrà ritenuta confermata solo al ricevimento dell’acconto pari a 700€, che dovrà essere effettuato entro e il 30 giugno 2019. Il saldo potrà invece essere effettuato entro e non oltre il 30 settembre 2019.

Consigli e suggerimenti

– Consigliamo un abbigliamento termico ed impermeabile, che sia bello caldo e bello comodo. Obbligatorie le scarpe da trekking impermeabili, mentre non indispensabili quelle da ginnastica.

– Suggeriamo, per questioni di sicurezza, di portare con voi una piccola torcia da testa, utile per non inciampare e vedere dove si cammina, nel caso in cui si dovesse uscire in notturna per ammirare l’aurora boreale..

– Consigliamo almeno una buona macchina fotografica (anche compatta) per immortalare i momenti migliori di questo viaggio e portare a casa un ricordo meraviglioso!

info e curiosità

Nel periodo di di viaggio le temperature variano dalle minime che oscillano tra lo 0°C e i  3°C e le massime che oscillano tra i 5°C e i 7°C .

Il meteo è una componente fondamentale del viaggio, così come le condizioni delle strade. Questi elementi condizioneranno l’effettiva possibilità di svolgere le attività sopra descritte e il loro ordine nei vari giorni.

Il viaggio, proprio per questo, potrà essere flessibile e sarà premura di Livio e Gabriele, valutare e, qualora necessario, modificare l’itinerario, per poter sfruttare al meglio, lo svolgimento delle giornate.

Dopo l’iscrizione creeremo un gruppo privato Facebook con tutti i partecipanti  per condividere per conoscersi, fare chiarezza su eventuali dettagli e le per dare risposta ad eventuali curiosità.

Durante il viaggio verranno dati suggerimenti su come fotografare i paesaggi e, se fortunati, anche l’aurora boreale.

Per partecipare a questo viaggio non è necessario un allenamento particolare, né un’attrezzatura particolare,  ma è richiesto almeno un minimo di spirito d’adattamento e d’avventura!