Islanda – Febbraio 2019

Date

17 Feb. – 24 Feb.

/2019

Vogliamo iniziare l’anno di “Viaggia con noi!” nel modo che più preferiamo, ovvero al freschetto della nostra amata Islanda. Sei pronto a vivere un’esperienza che non dimenticherai mai più? Allora smetti di pensare e partiamo!

Vivrai un’esperienza in un posto del quale non ci si può non innamorare! Un posto dove ci si sente ospiti e dove la natura si mostra in tutta la sua maestosità. Ma proprio tutta eh! Il nostro intento sarà quello di andare a caccia dell’aurora boreale, che speriamo vivamente ci delizi con le sue danze e nel frattempo fare tanti “WOW” per tutto ciò che andremo a vedere!

Abbiamo provato a tenere bassi i costi per quanto possibile, visto che in Islanda è davvero difficile, ma siamo sicuri di essere riusciti ad ottenere un ottimo risultato. Ma basta con le chiacchiere e comincia a sognare!

Ecco qua l’itinerario che, insieme a BlueBerry Travel, abbiamo scelto per farvi vivere un viaggio che non dimenticherete per il resto della vostra vita!

Itinerario

Cosa andremo a vedere

Giorno 1 / 17Feb.

Il nostro viaggio a caccia all’aurora boreale inizia prestissimo, con l’incontro all’aeroporto di Olbia alle ore 18:00 direzione Roma Fiumicino. Per chi invece si troverà già sulla terra ferma l’incontro sarà alle ore 04:00 direttamente nello scalo di Roma. Sbrigate le operazioni di imbarco bagagli, partiremo alle ore 06:00 alla volta di Keflavik. L’arrivo previsto in Islanda è per le 10:50 circa. Ritireremo le nostre Auto 4×4 e partiremo alla volta della nostra prima sistemazione, dove potremo riposarci dal viaggio e fare un piccolo briefing di quello che sarà il nostro viaggio. Durante la serata faremo anche una piccola preghierina, con la speranza di… Già sapete il motivo!

Giorno 2 – Waterfalls Day / 18Feb.

Sveglia presto, colazione e subito in marcia per affrontare una giornata dedicata alle cascate, perciò sarà importantissimo indossare un abbigliamento impermeabile! Lasciata la sistemazione, ci dirigeremo verso le famosa cascata di Seljalandsfoss e a pochi metri di distanza, la cascata dentro la roccia di Gljufurarfoss. Passata la mattinata a goderci una, non sappiamo quanto salutare doccia naturale islandese (a Gljufrafoss sarà inevitabile), pranzeremo al sacco e ci prepareremo per visitare la cascata più famosa e fotogenica dell’Islanda, Skógafoss. A pochi passi da questa, faremo visita ad un’altra e suggestiva cascata, quella di Kvernufoss, che si nasconde in una piccola gola e quindi decisamente sconosciuta a molti. Avremo la possibilità di fare qualche foto vicino ad alcune casette tipiche della Islanda antica e poi si rientrerà agli alloggi!


Giorno 3 – Walking Day / 19Feb.

Anche oggi la sveglia suonerà presto, ma con noi ci dovrete fare subito l’abitudine. Questa sarà la giornata degli scarponi e delle camminate. Dopo aver caricato le auto con i bagagli, ci muoveremo alla volta di Skógar, dove arrivati a destinazione, parcheggeremo le auto ed inizieremo una lunga camminata a piedi verso la spiaggia nera di Sólheimasandur, fino ad arrivare al relitto dell’areo DC-3 Dakota, caduto circa 45 anni fa. La sosta qui, non sarà lunghissima e ci rimetteremo in marcia per tornare alle vetture. Ci dirigeremo quindi verso il piccolo villaggio di Vìk, dove ci fermeremo per pranzare e goderci la vista meravigliosa e romantica che offre questo posto. Ci sposteremo poi sul promontorio Dyrhólaey, con il suo splendido arco e con i faraglioni sullo sfondo. Proseguiremo poi raggiungendo la spiaggia nera di Reynisfjara, dove vi faremo arrampicare per una bella foto ricordo, sulle bellissime colonne di basalto e correremo fino alla fine della spiaggia per avvicinarci il più possibile ai faraglioni, sperando che il mare sia almeno un po’ mosso, perché così lo spettacolo sarà decisamente in stile “Icelandic“! Al tramonto partiremo alla volta della nostra prossima sistemazione, dove dopo una bella doccia, ci aspetterà la cena ad Höfn. Rientro e tutti a nanna!



Giorno 4 – Ice Day / 20Feb.

Oggi la sveglia sarà meno severa e vi lasceremo dormire un’oretta in più. Dopo la colazione, ci sposteremo ad ovest per qualche chilometro e giungeremo alla laguna glaciale di Jökulsárlón. Qui, se saremo fortunati, riusciremo ad osservare le foche che, in barba a ciò che succede attorno a loro, nuotano nelle acque gelide tra i pezzi di ghiaccio oppure sostano pigre sulle lastre e sulle rive scure della laguna. A poche centina di metri, raggiungeremo la famosa spiaggia di “Diamond beach” dove si arenano i pezzi di ghiaccio, creando un paesaggio davvero suggestivo. Qua sarà probabile avere la possibilità di pranzare con con una tipica zuppa islandese servita in una tazza, ma l’alternativa sandwich handmade, verrà comunque presa in considerazione. Una volta rifocillati, raggiungeremo un’altra lingua del ghiacciaio di Vatnajökull chiamata Fláajökull. Qui, effettueremo una veloce perlustrazione e se tutto dovesse essere in sicurezza, vi porteremo fin sotto il ghiacciaio, per poterlo ammirare e addirittura toccare con le vostre mani. Finita questa particolare escursione, rientreremo per una meritata doccia bollente. La giornata è finita, perciò cena e a nanna presto!


Giorno 5 – Vikings Harbour Day / 21Feb.

Oggi sarà una giornata bella impegnativa. Pensavate di potervi svegliare con calma? Benissimo, sbagliavate! Sveglia con il buio, colazione, carico bagagli sulle auto e partenza! Andremo ad ammirare le cime più belle di tutta l’Islanda illuminate, tempo permettendo, dai raggi del sole all’alba, con il gioco di specchi della laguna di Stokksnes. Qui ci sarà la possibilità, per chi volesse, di poter visitare il *Viking Village Film Set e sorseggiare un caffè nel Viking Cafè. Decideremo se pranzare al sacco o prenderci un meraviglioso hamburger ad Höfn, dopodiché partiremo verso la capitale Reykjavík. Saranno diverse ore di viaggio, perciò scegliete preparate i titoli delle canzoni da cantare. Arrivati in città, valuteremo il da farsi per cena.


Giorno 6 – ? Day / 22Feb.

Per questa giornata vogliamo mettere ai voti due opzioni. Una votazione che potremo fare anche la sera prima se proprio non riuscite a pensarci prima. La nostra proposta è quella di prendere il tunnel sottomarino a nord di Reykjavik, raggiungere la penisola di Snaefellsnes e andare a visitare il monte Kirkjufell, per poi proseguire verso il villaggio di Ólafsvík e pranzare. Percorreremo poi la strada panoramica arrivando fino ad Arnastapi, goderci le meravigliose coste con i capelli al vento (tranne quelli di Livio) ed arrivare fino alla insolita chiesa nera, ma fighissima di Budir. In alternativa a questo programma, la seconda proposta che vi facciamo è quella di una giornata relax, arrivando fino a Grindavìk e immergerci nelle acque bollenti della Blue Lagoon, che però non costa meno di 60€ a persona! Sapete che noi siamo selvaggi ed avventurieri, perciò abbiamo anche il piano B ovvero quello di avventurarci nell’area vulcanica di Reykjadalur e dopo circa 45 minuti di trekking, tra pozze di fango che ribollono e pozze fumanti d’acqua bollente, immergerci nell’acqua calda del fiume che scorre in mezzo alla natura incontaminata. A voi la scelta!


Giorno 7 – Golden Day / 23Feb.

Sveglia un pò amara oggi perché sarà l’ultimo giorno di viaggio e a dirla tutta, ci sentiamo tristi anche scrivendolo. Solita colazione, con la bussola a nord-est: destinazione “Golden Circle“. Inizieremo con una breve sosta nel parco nazionale di Þingvellir, per una camminata nel canyon dove s’incontrano la placca tettonica americana, con quella Europea. Proseguiremo verso Geysir, ma lungo la strada, se tutti d’accordo, potremmo fermarci quattro passi intorno al cratere dell’antico vulcano spento di Kerid. Arrivati poi a Geysir, andremo subito a trovare Strokkur, il geyser più famoso d’Islanda, che ogni pochi minuti, esplode in una colonna di acqua bollente e fumo straordinaria! Qui, ci sarà la possibilità di comprare qualche souvenir e gadget islandese nel piccolo polo commerciale e valutare un bello spuntino. Dopo la pausa, ci sposteremo giusto di qualche chilometro e visiteremo la nostra ultima bellezza naturale di questo viaggio, ovvero la cascata più grande dell’Islanda e con la portata d’acqua più grande d’Europa, Gulfoss! Se saremo fortunati, potremo avvicinarci fin sopra la cascata, ma non vi promettiamo niente, finché non saremo lì. Torneremo a Reykjavík nel pomeriggio dove metteremo in ordine i bagagli e potremo fare un’ultima passeggiata nel centro della città.


Giorno 8 – 24Feb.

Sveglia prestissimo, ma nel vero senso della parola, preparazione, carico bagagli, riconsegna delle auto. Partenza da Reykjavík la mattina alle ore 11:30 circa con arrivo a Roma Fiumicino previsto per le 17:15 circa. L’ultimo volo che ci riporterà in Sardegna, sarà intorno alle 21, con atterraggio ad Olbia intorno alle 22:00. Terminerà così questo viaggio avventura, bello, faticoso, ma che non dimenticherete mai!


*L'itinerario potrebbe subire variazioni in base alle condizioni meteo e nel caso in cui si debba uscire in notturna per ammirare l'aurora boreale. 

**Gli scali aerei potrebbero variare a seconda del periodo di prenotazione

La quota comprende

– Voli nazionali ed internazionali a/r con un bagaglio in stiva da 15kg a seconda della compagnia aerea.

– Pernottamenti in sistemazioni con camera doppia ad uso singolo con supplemento.

– Auto 4×4 a noleggio.

– Carburante per tutta la durata del viaggio.

– Ingresso per la laguna di Stokksnes.

– Le colazioni dove esplicitato.

– Gadget Around Heart in omaggio.

La quota NON comprende

– Pasti non menzionati, bevande, escursioni facoltative e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

– Tutti gli extra che vorrai acquistare e riuscirai ad infilare nello zaino.

– Assicurazioni bagagli e personali (acquistabili a su richiesta)

PREZZO

1.769€*


*la prenotazione verrà ritenuta confermata solo al ricevimento dell’acconto pari a 600€, che dovrà essere effettuata entro e il 15 Gennaio 2019. È possibile dare l’acconto anche successivamente.  Il saldo potrà invece essere effettuato entro e non oltre il 31 Gennaio 2019.

Consigli e suggerimenti

– Consigliamo un abbigliamento termico ed impermeabile, che sia bello caldo ed anche bello comodo, obbligatorie le scarpe da trekking ed impermeabili mentre non sono indispensabili le scarpe da ginnastica normali.

– Suggeriamo di inserire nel bagaglio una piccola torcia da testa per un eventuale uscita in notturna, utile per non inciampare e vedere dove si cammina, per ammirare l’aurora boreale in totale sicurezza e relax.

– Consigliamo almeno una buona macchina fotografica (anche compatta) per immortalare i momenti migliori di questo viaggio e portare a casa un ricordo meraviglioso!

info e curiosità

Nel periodo di Febbraio in Islanda le temperature minime variano dai -5°C ai 5°C. Il meteo è una componente fondamentale del viaggio, così come le condizioni delle strade. Questi elementi condizioneranno l’effettiva possibilità di svolgere le attività sopra descritte e il loro ordine nei vari giorni. Il viaggio per questo potrà essere flessibile e sarà premura di Livio e Gabriele, valutare e, qualora necessario, modificare l’itinerario, per poter sfruttare al meglio, lo svolgimento delle giornate.

Dopo l’iscrizione creeremo un gruppo privato Facebook con tutti i partecipanti del viaggio per condividere una lista con il necessario, i dettagli e le curiosità. Durante il viaggio verranno dati suggerimenti su come fotografare l’aurora.

Per partecipare a questo viaggio non è necessario allenamento né attrezzatura particolare,  ma è richiesto almeno un minimo di spirito d’adattamento e d’avventura!