Wow, che Islanda!

Come promesso, rieccoci qui a raccontarvi come procede questa nuova avventura e questa volta dovrete spendere cinque minuti in più del vostro tempo per leggere tutto quanto! Siete pronti? Iniziamo!

Sono stati due giorni intensi e come sempre, la fortuna ogni tanto si è dimenticata di noi… Volete sapere cos’è successo oppure siete così clementi da volerci risparmiare un’ulteriore sofferenza? Per adesso sorvoliamo e continuiamo a dirvi un po’ di cose, ma continuate a seguire il blog e …
Ieri abbiamo iniziato la giornata in direzione sud, verso la zona delle cascate, con una giornata soleggiatissima, quasi estiva! Dopo una brevissima visita alla famosissima Seljalandsfoss, purtroppo invasa da centinaia di persone che quasi si calpestavano a vicenda, abbiamo portato la troupe in un’altra cascata, molto meno conosciuta, ma credeteci, quando la si ha davanti, sembra quasi surreale; toglie il fiato da quanto è bella!

[foto credito: Roberto Graziano Moro]

La seconda meta, sarebbe dovuta essere un’altra cascata, ma purtroppo, per via delle condizioni meteo cambiate in un batter d’occhio, abbiamo dovuto rinunciare e così ci siamo diretti verso quelli che sarebbero dovuti essere i nuovi alloggi, ma prima una piccola parentesi: come potevamo non fermarci a coccolare i dolcissimi cavallini islandesi che si trovano lungo il cammino? E infatti, così è stato.. Pausa coccole e tante, anzi tantissime foto!

Abbiamo continuato il vostro viaggio nel sud dell’isola e dopo aver affrontato anche una tempesta di neve, che come al solito in Islanda arrivano senza troppi preavvisi, abbiamo raggiunto i nostri alloggi… Ma siamo sicuri che sia proprio il nostro? Ad accoglierci un cagnolino affettuosissimo, ma il resto… Avremmo dovuto ritirare le chiavi dell’appartamento presso una casa privata dove, dopo aver visto la cucina dalla finestra, abbiamo cambiato idea; resto di cibo nelle padelle, buste di lattine di birra sparse per terra, bucce di cipolla e uova accanto ai fornelli. Potremmo continuare ad aggiungere altri dettagli, ma purtroppo non conosciamo le parole adatte per descrivere tutto ciò… Usate la vostra più disgustosa e orribile immaginazione!

Insomma, un disastro che ci ha totalmente dissuaso dal ritirare le chiavi, così ci siamo diretti in un hotel visto poco prima per strada e appena prese le camere, il cielo sopra le nostre teste è esploso!

Vi possiamo garantire che siamo andati a letto con il sorriso!!!

Stamattina dopo una ricca colazione rigorosamente nordica, con uova, pancetta e verdure di ogni genere, ci siamo rimessi in macchina per raggiungere la spiaggia nera di Vík í Myrdal dov’era previsto il primo set, sosta per un breve pranzetto e poi di nuovo nella zona delle cascate, ma stavolta sulle colline e secondo voi, potevamo non trovare un altro angolo di paradiso? Ovviamente no ed eccolo qui tutto per voi!

Giornata finita anche oggi e visto che abbiamo un paio di “problemini tecnici” da risolvere (stavolta non per colpa di Livio), siamo tornati a Reykjavik e alloggiamo qui, prima della ripartenza di domattina. Si torna al sud per… Continuate a seguirci e condividete come sempre! ?

Se volete sostenerci nelle nostre avventure, il tastino “DONATE” è sempre lì che aspetta di essere cliccato!

DONATE

thanks for your support




Leave a comment