finlandiaIniziamo con il ringraziarvi davvero tanto! Un risveglio più che stupendo visto che grazie a tutti voi, abbiamo finalmente superato i 10.000 followers sulla nostra pagina di Facebook Around Heart, perciò grazie, grazie e ancora grazie di cuore, un cuore grande come quello di AROUND HEART!

Ma proseguiamo nel raccontarvi la giornata di oggi dove siamo riusciti a far avverare il sogno di ogni bambino, ma aspettate… Noi non siamo più bambini! Ma alla fine che importa vista la grande emozione?

[one_half]
La giornata di oggi è iniziata con un grigio malinconico che faceva quasi piangere, ma siamo qui per vivere ogni attimo di questo viaggio e così abbiamo indossato l’abbigliamento tecnico e siamo usciti ugualmente a caccia di scatti. Quale occasione migliore per superare il confine ufficiale del circolo polare artico?

Dopo averlo superato per alcuni chilometri, abbiamo parcheggiato la macchina ed iniziato la nostra escursione. La temperatura, notevolmente sotto lo zero, ci ha accompagnato per circa due ore e vi possiamo garantire che, anche se siamo decisamente abituati a sopportare situazioni climatiche difficili, oggi era davvero tosta riuscire a non far battere i denti, soprattutto visto quel leggero venticello artico che tanto ha voluto accarezzare le nostre faccine, dal primo all’ultimo passo fatto fuori dalla macchina. [/one_half]
[one_half_last]dsc03845[/one_half_last]

[one_half]dsc03804[/one_half]
[one_half_last]img_3355[/one_half_last]

Scatti tra fiumi dalle acque gelide, sentieri innevati e anche una piccola passeggiata su un immenso lago ghiacciato, dove si notavano i fori nel ghiaccio fatti dai pescatori e dove Gabriele ha fatto una caduta epica che, fortunatamente, abbiamo anche filmato. Due ore davvero dure per via del freddo intenso, così abbiamo deciso di rientrare e senza nemmeno pranzare, ci siamo preparati per andare… Dove avevamo in mente di andare? Ma ovvio. Da Babbo Natale!!!

img_3353

Raggiunto il Santa Park (questo è il nome del suo piccolo mondo natalizio), ci siamo subito diretti verso la casa dove lo avremmo trovato. Più che una casa, era un mini centro commerciale, museo di natale e villaggio turistico, ma alla fine in qualche modo dovrà pur dare da mangiare alle renne questo Babbo Natale. Nemmeno un’ora di fila e finalmente lo abbiamo davanti!

Stretta di mano vigorosa per far vedere il nostro temperamento sardo e chissà come mai capisce subito che siamo italiani. Gli diciamo che abbiamo percorso oltre 5000 chilometri in macchina per poterlo vedere e lui, ironicamente, ci invita ad utilizzare le renne la prossima volta!

<<Ma perchè non ci abbiamo pensato in Sardegna ci chiediamo!?>>

Scattiamo con lui… Sei scatti che custodiremo gelosamente, più di quanto un bambino possa essere geloso del suo nuovo giocattolo trovato sotto l’albero!

img_0561

Lasciata la casa di Babbo Natale, dopo qualche chilometro, abbiamo raggiunto il centro di Rovaniemi, dove i responsabili dell’ufficio turistico della città ci attendevano, avvisati con anticipo dall’ufficio turistico di Olbia. Una splendida accoglienza, forse la più calorosa finora, nonostante le coordinate geografiche farebbero pensare all’esatto opposto. Consegnamo il materiale di promozione e facciamo una bella chiacchierata sulla nostra città, che non conoscevano, ma che da oggi, ovviamente, annoteranno come una meta da visitare e con la quale poter stringere dei rapporti di collaborazione turistica. Missione compiuta e torniamo a casa infreddoliti, ma davvero soddisfatti. Domani mattina lasceremo la Finlandia, ma sicuramente non dimenticheremo le emozioni vissute in questa nazione.

dsc03849

 





[tg_social_share]

1 Comment

  • lucia
    Posted 30 Novembre 2016

    Fantastici!!!!

Leave a comment